Siamo presenti nei reparti:
– Neurochirurgia
– Neurologia
– Chirurgia maxillo-facciale
– Biblioteca

Operano 40 volontari.
Responsabile: Vanda Russo (email: russovanda@libero.it)
Convenzione nel 2001

Via del Policlinico, 155 Roma

Il Policlinico Umberto I° viene inaugurato nel 1904, ma l’attività vera comincia nel 1906. In circa dieci anni diviene un prestigioso complesso di formazione, ricerca ed assistenza, nel quale hanno modo di svilupparsi grandi scuole. L’idea di una struttura che raccogliesse nei suoi spazi clinica avanzata, ricerca scientifica e assistenza fu di Guido Baccelli, allora medico dell’Università regia e ministro della Pubblica Istruzione. Il suo modo di intendere lo studio della medicina come strumento al servizio della gente, lo portò ad ideare una struttura dove gli avanzamenti scientifici dovevano rappresentare la base della formazione medica e allo stesso tempo della migliore cura e assistenza verso i malati. Attualmente, il Policlinico è un complesso di istituti ospedalieri o ambulatoriali per il trattamento di malattie inerenti a varie specialità. E’ strutturato in modo da comprendere zone di degenza e cura, zone diagnostiche e zone di servizi generali. La zone di degenza e cura è costituita da vari reparti, mentre quella diagnostica comprende laboratori di analisi e apparecchiature di ricerca.

Noi volontari A.V.O. presenti nella struttura non siamo tanti e in dieci anni siamo rimasti praticamente gli stessi, tra una via vai continuo che ci ha impedito di espanderci in altri reparti. Prestiamo la nostra opera nei reparti di neurologia, neurochirurgia e chirurgia maxillo – facciale.

La neurologia è la scienza che studia l’anatomia, la fisiologia e la patologia del sistema nervoso. I progressi medici biologici dell’ultimo 50ennio hanno dato alla neurologia un impulso tale da rendere la suddivisione in vari rami sperimentali (neuroanatomia, neurofisiologia, neuropatologia, psicologia sperimentale) e applicative (neurologia clinica, neurochirurgia, psichiatria).